lunedì 17 giugno 2013

GF di Sant’Angelo Lodigiano: la carica dei mille

GF di Sant’Angelo Lodigiano: la carica dei mille
Record di iscritti per la 4a edizione della manifestazione santangiolina che tocca quota 1000 iscritti. Vittoria del lecchese Bennato e della torinese Cappiello sul percorso di 149 chilometri. Al piacentino Colombo e alla svizzera Heeb va la mediofondo, mentre il piacentino Coiro e la milanese Invernizzi dominano la corta. Grande successo per la Sant'Angelo No Crono. Vittoria di società per la piacentina Team Perini Bike. 

Il podio maschile della Granfondo di Sant'Angelo Lodigiano (ph Play Full Nikon)
16 giugno 2013, Sant'Angelo Lodigiano (Lo) – Sono stati un migliaio i ciclisti che hanno scritto il loro nome nelle liste di partenza della 4a edizione della Granfondo di Sant'Angelo Lodigiano, che ha preso il via alle ore 9.30 di domenica 16 giugno; starter d'eccezione gli assessori Aldo Cafiso allo Sport e Giovanni Sgualdi, alla viabilità.
Partenza "alla francese", dalle ore 8.00 alle ore 9.00, per i 128 cicloturisti che hanno scelto la versione non agonistica della manifestazione: la Sant'Angelo No Crono. Per loro nessuna fretta, ma gli stessi servizi riservati alla granfondo.
Tre i percorsi a disposizione tracciati sulle colline dell'Oltrepò Pavese: il granfondo di 149 chilometri, il mediofondo di 108 chilometri e il corto di 73 chilometri, ben frequentato dagli esperti delle corse a circuito.
Ottima la zona logistica all'interno del Cupolone, la struttura che affianca lo stadio comunale del centro lodigiano, all'interno della quale hanno trovato posto tutti i servizi necessari, dalla segreteria del sabato e della domenica mattina, fino alle docce, al pasta party e le premiazioni finali.
Spazio libero ai ragazzi il sabato, che hanno potuto esprimere le loro capacità da pistard nella corsa Omnium su pista organizzata nella pista di atletica del campo sportivo adiacente il Cupolone. Un pomeriggio di divertimento per le categorie G1-G6.
La corsa sul percorso di granfondo assume i suoi connotati subito dopo il bivio dei percorsi, quando in testa resta un drappello di cinque elementi. Il battistrada decide di collaborare fino ai dieci chilometri all'arrivo, quando si tenta l'azione personale. Sono il varzese Andrea Centenaro (GC Varzi) e il brianzolo Stefano Sala (Team Carimate Kuota) a infliggere una serie di scatti agli avversari, ma senza risultato. Non resta che provarci ancora all'ultimo chilometro. L'iniziativa la prende il lecchese Nicola Bennato, che guadagna un minimo margine, che gli permette di passare sotto l'arrivo vittorioso. Alle sue spalle la volata per il secondo e il terzo posto che vanno rispettivamente a Stefano Salae al biellese Andrea Paluan (UC Ezio Borgna).

La Cappiello vince la granfondo (ph Play Full Nikon)
Vittoria femminile per la torinese Olga Cappiello (Team Cinelli Glass'nGo) che fa corsa a sé vincendo il percorso di granfondo con 42 minuti di vantaggio su Isabella Mitrotti (ASD Cassinis). Terza piazza per Cristina Corti (La Orsi Bike).
Finisce con la volata dei tre fuggitivi la mediofondo, che vede la vittoria del piacentino Luca Colombo (Team Pulinet) che regola Nicola Fontana (ASD Sant'Angelo) e Riccardo Zanellato (Team Chiappucci).
E' la svizzera di Zurigo Sunna Heeb (Cyclone-Gaba Team) a vincere per distacco la corsa femminile sulla mediofondo. Dietro di lei giungono Tiziana Tagliabue (Team Riboni) e Ilenia Stocchetti (Team Pezzetti).
Volata a due sul percorso corto, con la vittoria del piacentino Giuseppe Coiro (Team Olubra) ai danni di Stefano Desovanni (Pedale Godiaschese). Terza piazza per Cristian Balzi (ASD Vivo).
E' la giovane triatleta milanese Francesca Invernizzi (Rho Triathlon Club) a vincere la corsa rosa del corto. Alcuni minuti di attesa per vedere giungere Michela Dioni (Team Perini Bike) e Veronica Ghidotti (Castellone MTB).
Tra le società la vittoria per numero di iscritti è andata alla piacentina Team Perini Bike, che si è imposta anche per numero di chilometri pedalati, davanti alla Malpensa Bike e alla Ciclistica Mulazzanese.
Immancabile il pasta party, che ha servito ai commensali pasta al salmone o al ragù, piselli e prosciutto, affettati, pane e macedonia. Acqua come bevanda.
La festa si è chiusa con la cerimonia protocollare delle premiazioni, che ha assegnato anche le maglie delCampionato Nazionale C.S.A.in di Granfondo e Mediofondo.
L'appuntamento con la 5a edizione della Granfondo di Sant'Angelo Lodigiano è fissato per il 30 marzo 2014, quando sarà valevole come seconda prova del Gran Trofeo Multipower 2014 e come prima prova della Mini Coppa Lombardia.
«Sono soddisfatto di come sia andata la manifestazione – sono le parole di Vittorio Ferrante, presidente dell'ASD Sant'Angelo Edilferramenta, società organizzatrice in collaborazione con il Pedale Santangiolino O.g.T.M. - . Abbiamo avuto anche più partecipanti del previsto e ne siamo stati felici. Purtroppo sul percorso alcuni ciclisti non iscritti si sono approfittati dei ristori con la conseguenza di avere terminato le scorte di acqua anzitempo. Purtroppo lo stato del manto stradale non era dei migliori, ma le strade dalle nostre parti sono tutte in questa situazione e purtroppo non riusciamo economicamente ad accollarci l'onere dell'asfaltatura.».
La prova, nel 2014, terrà a battesimo la Mini Coppa Lombardia, «Un grosso ringraziamento va a Vittorio Mevio che ha creduto in noi – continua Ferrante – il quale ci ha già fatto notare alcune lacune, che sarà nostra cura sistemare con la massima cura e precisione per la prossima edizione. La nostra volontà è di rientrare negli standard qualitativi di un circuito di tale importanza.»
Non mancano i ringraziamenti. «Un caloroso ringraziamento va a tutto lo staff che mi ha coadiuvato, in primis la famiglia totalmente precettata, poi i componenti della nostra società sportiva e del Pedale Santangiolino, tutti volontari sul percorso, i gruppi di assistenza sanitaria, le Polizie Locali dei comuni attraversati, senza dimenticare la Polizia Stradale che ci ha fornito un ottimo servizio. Ringrazio ovviamente anche tutti i ciclisti partecipanti, rinnovando loro l'invito per la prossima edizione».

CLASSIFICHE
GRANFONDO MASCHILE 
1. Nicola Bennato (Team Oliveto); 03:56:46; 37,63 km/h
2. Stefano Sala (Team Carimate Kuota); 03:56:48; 37,51 km/h
3. Andrea Paluan (Ezio Borgna Factory Cycling Team); 03:57:01; 37,48 km/h
4. Cristiano Bo (Team Edilcase 05); 03:57:03; 37,47 km/h
5. Andrea Centenaro (Gruppo Ciclistico Varzi); 03:57:22; 37,51 km/h
6. Elia Rebecchi (Asd Raschiani Valnure Pasculli); 04:08:28; 35,76 km/h
7. Gabriele Rampollo (Asd Team Pulinet); 04:11:16; 35,42 km/h
8. Fausto Orsi (La Orsi Bike); 04:11:17; 35,47 km/h
9. Andrea Rossetti (Gs Team Perini Bike); 04:11:18; 35,4 km/h
10. Filippo Cesena (La Orsi Bike); 04:11:18; 35,48 km/h

GRANFONDO FEMMINILE 
1. Olga Cappiello (Team Cinelli Glass'Ngo); 04:27:24; 33,22 km/h
2. Isabella Mitrotti (Asd Cassinis Cycling Team); 05:10:20; 28,63 km/h
3. Cristina Corti (La Orsi Bike); 05:14:59; 28,21 km/h
4. Nicoletta Grassi (Polisportiva San Giorgio Ugo Bike); 05:21:00; 27,68 km/h
5. Astrid De Rosa (Asd Kulamula Mtb Cremona); 05:27:31; 27,13 km/h

MEDIOFONDO MASCHILE 
1. Luca Colombo (Asd Team Pulinet); 02:42:08; 38,99 km/h
2. Nicola Fontana (Asd Sant'Angelo Edilferramenta); 02:42:09; 39,05 km/h
3. Riccardo Zanellato (Team Chiappucci System Cars); 02:42:09; 38,92 km/h
4. Pavel Bokov (Team Riboni Mokasirs); 02:42:34; 38,84 km/h
5. Matteo Valsecchi (Team Ecodyger Cyp Asd); 02:42:35; 38,94 km/h
6. Marco Aguzzi (Team Bike Corteolona); 02:42:35; 38,81 km/h
7. Marcello Capucciati (Asd Team Pulinet); 02:42:37; 38,91 km/h
8. Stefano Viappiani (Asd Cooperatori); 02:42:40; 38,8 km/h
9. Marco Valla (Team Ciclosport Tidon Valley); 02:45:42; 38,13 km/h
10. Mirko Manzini (Individuale); 02:45:43; 38,1 km/h

MEDIOFONDO FEMMINILE 
1. Sunna Heeb (Cyclone-Gaba Team); 02:56:26; 35,73 km/h
2. Tiziana Tagliabue (Team Riboni Mokasirs); 03:00:18; 34,97 km/h
3. Ilenia Stocchetti (Asd Gio'N'Dent); 03:02:01; 34,64 km/h
4. Maria Grazia Villanova (Team Chiappucci Asnaghi Cucine); 03:02:02; 34,64 km/h
5. Cinzia Calandroni (Asd Vigo Bike); 03:02:02; 34,63 km/h

CORTO MASCHILE 
1. Giuseppe Coiro (Asd Team Olubra); 01:47:47; 39,1 km/h
2. Stefano Desovanni (Asd Pedale Godiaschese); 01:47:47; 39,09 km/h
3. Cristian Balzi (Asd Vivo); 01:50:41; 38,19 km/h
4. Mauro Maserati (Gs L.Maserati); 01:50:41; 38,12 km/h
5. Ferdinando Muzio (Gruppo Ciclistico Varzi); 01:50:43; 38,45 km/h
6. Andrea Guardamagna (Gruppo Ciclistico Varzi); 01:52:01; 38,04 km/h
7. Carlo Codega (Gs Centro Sportivo Culturale Di Cortenova); 01:52:02; 37,85 km/h
8. Luigi Giambelli (Asd Team Olubra); 01:54:51; 36,7 km/h
9. Bruno Sordi (Gs Team Perini Bike); 01:54:51; 36,7 km/h
10. Stefano Barbierato (Asd Sabbionere); 01:54:51; 36,69 km/h

CORTO FEMMINILE 
1. Francesca Invernizzi (Rho Triathlon Club); 02:02:59; 34,2 km/h
2. Michela Dioni (Gs Team Perini Bike); 02:04:49; 33,7 km/h
3. Veronica Ghidotti (Castelleone Mtb); 02:23:35; 29,29 km/h
4. Laura Dallospedale (Gs Team Perini Bike); 02:28:15; 28,36 km/h
5. Renata Frati (Rho Triathlon Club); 02:47:25; 25,46 km/h

Classifiche complete sul sito MyDAM.
Ufficio Stampa
4a Granfondo di Sant'Angelo Lodigiano
Play Full - Agenzia Stampa
gfsantangelo@playfull.it

2 commenti:

  1. Bel percorso, bella gara, belle premiazioni peccato per molte imprecisioni nell'organizzazione che ha portato molti a dover far ricorso a risorse proprie, non parliamo dei primi 30 km e degli ultimi ... quelle non sono strade, non parliamo dei ristori che hanno costretto la maggior parte dei partecipanti ad andare al BAR o a fermarsi nei cimiteri per recuperare l'acqua, non parliamo dell'arrivo che dopo la metà dei partecipanti arrivati è stato abbandonato (era presente solo l'addetto sdam ... poverino)con il rischio di macchine al contrario ... personalmente ho fermato un vecchietto sul tappetino della sdam mentre arrivava un gruppo numeroso.
    L'anno prossimo entrate nel circuito del Lombardia, chiedo a Vittorio Mevio dall'alto della sua esperienza di consigliare bene gli organizzatori per evitare le pecche di questa edizione.
    Ricordatevi che il ciclismo non vive dei primi dieci arrivati (quelli lo fanno di mestiere), nelle granfondo dovete coccolare gli ultimi come se fossero i primi ..... così la gente ne parla bene e i numeri si fanno da soli.
    E poi non si può far partire al 16 giugno una granfondo alle 09.30 del mattino, partono tutte alle 07.00 domenca siamo arrivati a punte di 36°!!
    Alessandro

    RispondiElimina
  2. Nel trovarmi completamente d'accordo con il commento di Alessandro, volevo chiedere se era presente un servizio foto ufficiale e a quale sito poter fare riferimento per l'acquisto delle stesse.
    Paolo

    RispondiElimina