martedì 6 maggio 2014

Gran Premio di Primavera - Tappa finale a Valera Fratta - Cronaca

Valera Fratta (LO) 04-Maggio-2014

La tappa finale del Gran Premio di Primavera si conclude a Valera Fratta sul classico percorso di 14 km che passa da Sant’Angelo Lodigiano, Villanterio per tornare a Valera passando dalla Statale della Val Tidone.
Nella prima parte veloce con lunghi rettilinei e piu impegnativo al ritorno su una strada piu stretta e con qualche curva prima dell’arrivo in paese. Come sempre i primi a partire sono i Gentleman e 5 minuti dopo i Supergentleman con le donne.
Il Gentleman Giovanni Codenotti - foto di E. Battaini
La corsa dei Gentleman parte subito veloce con diversi tentativi di allungo ma il gruppo ha sempre chiuso e il plotone viaggia in una lunga fila indiana fino al terzo passaggio sui 4 da percorrere
All’ultimo giro in sei riescono ad avvantaggiarsi con pochi secondi sul gruppo ed arrivano a disputare la volata finale.
Nella volata il piu’ veloce ad entrare nell'ultima curva e’ Giovanni Codenotti che taglia il traguardo a braccia alzate e con qualche metro di vantaggio su Luca Alessandri e Massimo Picco terzo arrivato che completano il podio.

Barboni e Cornaglia a pari merito - foto di E. Battaini
La corsa dei SuperG viene caratterizzata da una fuga nei primi giri. Al comando si portano una decina di corridori che riescono a prendere un buon margine di vantaggio ma alcuni tra i piu forti rimangono indietro e a loro volta escono dal gruppo principale e si buttano all'inseguimento. Il gruppo viaggia ad una diversa velocità e con il passare dei Km perde sempre più terreno.
Si arriva così all'ultimo giro che mischia le carte in tavola: il secondo gruppetto infatti, trascinato da Barboni riesce a raggiungere i fuggitivi che perdono l'armonia. Si succedono scatti e controscatti che danno una ulteriore scremata agli atleti in testa alla corsa negli ultimi km. All'ingresso in paese transitano 5 atleti, più staccati altri 5 poi il resto dei fuggitivi tutti sfilacciati e staccato il gruppo. Negli ultimissimi metri, un emozionante testa a testa a due vede i Supergentleman A Giuliano Barboni e Dario Cornaglia tagliare simultaneamente il traguardo costringendo i giudici a un lavoro extra di verifica e che alla fine li daranno vincitori entrambi a pari merito. Terzo e quarto posto rispettivamente per Monfredini e Ricciutelli staccati di pochi metri e poi tutti gli altri alla spicciolata. Vincitore tra i Supergentleman B Claudio Guarnieri, Luigi Gastoni secondo e Giorgio Facincani al terzo posto. Tra le donne, la prima è Nadia Rossi su Maria Grazia Bottin.

Giorgio Rapaccioli - foto di E. Battaini
Per ultima la gara dei più giovani, vedeva al via un folto gruppo di un centinaio di atleti suddivisi nella fascia di eta' da 19 a 39 anni ed i Veterani. Subito partenza velocissima e tentativo di un terzetto di avvantaggiarsi al passaggio sotto lo striscione del primo giro ma il gruppo e' attento a non fare scappare la fuga e va a chiudere. Si assiste ad una gara tattica e controllata con una velocità sostenuta che non permette a nessuno di riuscire ad evadere. Nonostante il chilometraggio maggiorato rispetto alle gare precedenti non si riesce a fare selezione e si arriva al suono della campana tutti in gruppo. Ultimo km, qui si compie un capolavoro degno del miglior finisseur. Tre curve in sequenza prima del rettilineo di arrivo bastano al Veterano Giorgio Rapaccioli per fare il vuoto dietro di se, anticipare di pochi metri la volata del gruppo ed arrivare solitario all'arrivo.
Appena sceso dalla bici, emozionatissimo, dedicherà la vittoria allo zio Piero Maserati, ottantenne ciclista travolto da un'auto il giorno prima mentre passeggiava in bici.
Alle sue spalle la volata del gruppo e' vinta da Marco Cattivelli, secondo veterano, sul più giovane Stefano Barbin che si aggiudica il primato della fascia 19/39, poi Alex Sonzogni (secondo fascia 19/39) e Luca Sicuro (terzo fascia 19/39) mentre Alberto Barzetti completa il podio dei Veterani.

Si concludeva la bella giornata con la doppia e ricca premiazione: oltre ai vincitori di tappa venivano assegnati i caschetti d'oro e diversi altri graditi premi in natura ai migliori atleti che si sono aggiudicati il Gran Premio di Primavera per le varie categorie.
I vincitori delle classifiche finali:
Debuttante - Mangiarotti Alberto
Fascia 19/39 - Pavel Bokov
Veterani - Rapaccioli Giorgio
Gentleman - Alessandri Luca
SuperG A - Barboni Giuliano
SuperG B - Guarnieri Claudio
Donne - Rossi Nadia

Classifiche complete >>QUI<<





Nessun commento:

Posta un commento