lunedì 11 febbraio 2013

Cronaca seconda tappa Gran premio di Primavera a Gerenzago

Sabato 09 Febbraio
La seconda tappa del Gran Premio di Primavera e la seconda giornata di sole portano a Gerenzago molti corridori, in totale 220, squadre importanti e maglie prestigiose al via.
Questa volta si corre su un percorso di circa 5 Km da ripetere molte volte, ottimo per il pubblico che vede i corridori passare senza aspettare troppo ma impegnativo per i corridori in quanto alterna tratti di strada larga spezzati da rotonde e il tratto in paese con qualche curva insidiosa e che costringe a continui cambi di ritmo.
Primi a partire, i piu anziani e le donne, un centinaio i corridori al via della gara.
Primi giri di studio e i migliori sono tutti davanti, si cerca di tenere alta l'andatura ma qualcuno non ci sta', qualche scaramuccia davanti ma i giri passano e il gruppo rimane compatto. Poi a circa meta' gara parte con decisione la fuga che poi arrivera' al traguardo, otto corridori, tutti Gentleman e qualche super A, tra i nostri si infila Barboni che assieme agli altri contribuirà a portare a termine la fuga. Dietro si cerca di inseguire ma il  ritardo con i fuggitivi aumenta sempre piu, negli ultimi giri il gruppo si spezza in due tronconi con la prima parte che tenta l'inseguimento ai fuggitivi e tutti gli altri che tentano di rimanere in gruppo.
All'arrivo, come detto, si presentano i fuggitivi con una volata a 8 vinta dal Gentleman Remondina su Manenti, primo Super A, terzo posto per il Gentleman Pezzetti e quarto posto assoluto e secondo di categoria per Barboni (Super A) quinto assoluto Zefilippo.

Tra i Super B la vittoria va Gnoatto, al secondo posto Talenti e terzo gradino del podio per il Sanmartinese Rossetti. Tra le donne si conferma la Skarabella.


Parte la seconda gara con i piu giovani, 120 al via, tutti i migliori sono presenti. Gara subito ad alta velocita' poi disturbata dal vento che in certi momenti fa dondolare i gonfiabili dell'arrivo ma che rimangono al loro posto e riesce invece a ribaltare un gazebo pubblicitario di Raschiani all'interno del cortile, fortunatamente senza fare danni. Ai meno 7 giri quattro uomini si presentano al comando della corsa e non hanno la minima intenzione di lasciare spazio al gruppo, sempre in testa la maglia tricolore, il veterano Agostini, scandice il passo con determinazione. Dietro si cerca di inseguire, l'altra maglia tricolore Denti chiede collaborazione ma non si riesce ad organizzare l'inseguimento. Al passaggio sotto lo striscione negli ultimi giri si presenta sempre Rapaccioli che sembra non fare fatica e che improvvisa scenette e linguacce per intrattenere il pubblico.
Si arriva cosi' all'utimo giro e non c'e' storia, i quattro arrivano gia' sgranati sulla riga.
Primo il veterano Gianmarco Agostini, che con quel nome non poteva non andare come una moto.
Secondo Davide Beccaro, terzo Gabriele Grazioli, e quarto Andrea Pagliani.

La volata del gruppo e' vinta da Parrinello su Rapaccioli.

Qui sotto le
Classifiche complete

Articolo su La Provincia Pavese

La terza tappa e' in programma per Domenica 17 Febbraio a Sant'Angelo Lodigiano

Nessun commento:

Posta un commento