venerdì 8 febbraio 2013

Valera Fratta, 1 tappa Gran Premio di Primavera

Con una bella giornata di sole parte la prima tappa, a Valera Fratta, del Gran Premio di Primavera fortemente voluto dal presidente Vittorio Ferrante per dare seguito alla manifestazione autunnale che chiudeva la stagione ciclistica lodigiana.
La prima gara vede alla partenza le categorie piu anziane, Gentleman, Superg. e Donne, 69 corridori in totale. Partenza subito veloce e gia' si cerca la selezione, si avvantaggiano subito due Gentleman, l'americano Bentley e Zuccotti che al passaggio sotto lo striscione del primo giro hanno un vantaggio di poco meno di un minuto. La partenza veloce e il vento che nel frattempo si e' alzato fa selezione nella coppia di testa e al comando rimane solitario l'americano che prosegue nella sua azione ma inizia a perdere terreno nei confronti del gruppo inseguitore, il suo vantaggio al secondo giro e' di circa 30 secondi.
Gruppo inseguitore che nel frattempo si e' spezzato un due tronconi sotto la spinta del nostro Barboni e di Pezzetti tra i piu attivi in testa a cercare l'aggancio. Il resto del gruppo transita a circa un minuto dal primo troncone. Al terzo giro il fuggitivo viene ripreso e si scatena la bagarre, in due tentano di allungare e il gruppo di testa si frantuma ulteriormente. Dopo qualche tira e molla avra' la meglio Pezzetti che con un' azione di forza riesce ad avvantaggiarsi guadagnando qualche centinaia di metri sui diretti avversari, quel tanto che basta pero' a giungere solitario al traguardo. Alle sue spalle volata di una decina di unita' vinta da Remondina su Boschetti completano il podio dei Gentleman.
Con il quarto posto Manenti vince tra i Super A.
Si susseguono gli arrivi dei corridori a gruppetti e tra i Super B si impone Gnoatto mentre tra le Donne vince Skarabella.

 Subito dopo partono i piu giovani, 74 corridori al via, anche qui si cerca subito la selezione, la scrematura che avviene gia al primo giro mette in evidenza i corridori gia in forma e tutti gli altri con una condizione ancora da venire. A passaggio sotto lo striscione del primo giro si presentano infatti 14 corridori agguerriti, il gruppo pero' e' a pochi secondi. Altro giro e tra i fuggitivi c'e' selezione a causa del vento, davanti rimagono in 11 che aumentano il vantaggio sul gruppo inseguitore.



Con il passare dei giri la fuga perde i pezzi a conferma della velocita molto elevata tenuta dai corridori, a due giri dal termine solo 9 sono i corridori in testa alla corsa mentre dietro il gruppo e' ormai rassegnato e transita ad oltre 2 minuti. Si arriva all'ultimo giro, ulteriore selezione in testa rimangono in 7, il campione italiano (fascia 19/39) Paolo Denti, sempre molto attivo nella fuga, non ci sta ad arrivare in volata e riesce ad arrivare a braccia alzate la traguardo con pochi metri di vantaggio sui compagni di fuga. La volata e vinta da Davide Beccaro secondo assoluto e di fascia 19/39, terzo il primo veterano Sacchetti. Il migliore dei nostri risulta essere Fabio Corona settimo tra i veterani.

Prossima tappa SABATO 9 Febbraio a Gerenzago (PV)



Nessun commento:

Posta un commento