lunedì 26 ottobre 2015

Finale Gran Premio d'Autunno a Sant'Angelo Lodigiano

Domenica 25 Ottobre 2015
Si conclude con la prova di Sant’Angelo Lodigiano il Gran Premio d’Autunno 2015, manifestazione ormai giunta alla sesta edizione e che ha avuto un buon successo di partecipanti e di pubblico.

Ritrovo di partenza presso i locali di “Happy Bar” e da compiere, sei giri dell’impegnativo percorso che da Sant’Angelo porta a Graffignana su strada larga e scorrevole per poi girare a destra sfiorando la collina di Miradolo in leggero falsopiano in salita e poi ritornando a Sant’Angelo percorrendo il “miolungo” la stretta stradina in mezzo alla campagna che riporta all’arrivo.

I primi a prendere il via sono i Gentleman che dopo il primo tratto di strada pianeggiante percorso in gruppo, si cerca subito la selezione nella parte più impegnativa del percorso. Diversi sono gli attacchi per avvantaggiarsi in testa ma i vari tentativi di fuga vengono annullati ed il gruppo transita compatto fino a tre giri dal termine. Altro passaggio ed in testa al gruppo continuano a provare l'allungo, questa volta ci provano in 4 che transitano con un centinaio di metri di vantaggio. Un’ulteriore selezione e si arriva così al giro finale con due fuggitivi che comandano la corsa con circa trenta secondi di vantaggio. All’arrivo nella volata a due si impone Pietro Triscari su Roberto Ampollini seguono più staccati Emanuele Bianchi e il lodigiano Gianluca Malusardi e poi il gruppo regolato in volata da Marco Pezzini.

A seguire partono i Supergentleman e le donne. Partenza relativamente tranquilla in attesa della prima asperità e velocità che aumenta proprio nel punto più impegnativo del percorso. Il gruppo si allunga ma nel tratto del ritorno in leggero falsopiano in discesa si annullano le distanze dai primi. Si continua così per meta gara dopodiché a tre giri al termine scoppia la corsa. In testa al gruppo si avvantaggiano 5 atleti con un leggero margine di vantaggio su un quartetto di immediati inseguitori, poi ancora dietro una coppia di atleti ed infine il gruppo. Al giro seguente il vantaggio dei 5 aumenta fino ad arrivare ad un minuto e 30 secondi.
Nel finale è Gnoatto che riesce ad avvantaggiarsi prendendo qualche metro di vantaggio e taglia il traguardo con le braccia al cielo; è il primo dei Supergentleman B, subito dopo arriva Fontani, secondo, che vince la categoria dei Supergentlaman A e di seguito arrivano gli altri tre della fuga nell’ordine Lavezzi e Donadoni (SGA) e Sammarini (SGB)
Bisogna attendere quasi due minuti per vedere arrivare al traguardo un altro quintetto e poi la volata del gruppo. Tra le donne vince Nadia Rossi su Simona Stan e Valentina Zuco giunte nell'ordine.

Ultima corsa in programma, quella che vedeva assieme le categorie Veterani e la fascia 19-39 anni.
Gara dei più giovani tiratissima fin dal primo giro, in testa al gruppo continui tentativi di attacco e gruppo che riesce sempre a chiudere fino a tre giri al termine quando riescono ad avvantaggiarsi tre corridori che guadagnano una quarantina di secondi sul gruppo sempre allungatissimo.
Ai meno 2 giri al termine la velocità è elevatissima per tutti, il quartetto di testa mantiene il vantaggio su un altro quartetto di inseguitori, la prima parte del gruppo transita a 1'20" dietro il resto del gruppo è spezzato in più tronconi. All'ultimo giro i quattro dietro riprendono i primi e si forma cosi un forte gruppo di otto attaccanti che si contendono la vittoria finale. Ultima selezione nella stretta stradina del ritorno e sulla dirittura di arrivo la volata finale se la contendono in due; ha la meglio Daniele Passi su Federico Vilella. Appena dietro, terzo posto per Venturini Giacomo, quarto posto per Gianluca Moreni primo dei Veterani e quinto posto per Michele Gandolfi, mentre Silvano Bottarelli e Alberto Barzetti completano il podio dei Veterani.
Tutte le Classifiche >>QUI<<
Galleria fotografica di Sergio Gimmelli >>QUI<<
Al termine, con ricca premiazione finale si conclude il Gran Premio d'Autunno, si assegnano le maglie e si chiude la stagione agonistica 2015.
Stagione finita per i corridori ma non per la fervida mente del presidente Vittorio Ferrante che è già al lavoro per la stagione 2016. In programma infatti, oltre alla Granfondo di San'Angelo, mette sul piatto 22 corse agonistiche e dà appuntamento per il mese di Febbraio 2016.
Prossimamente il nuovo calendario.

Testo di Roberto Ferrari
Foto di Sergio Gimmelli

Nessun commento:

Posta un commento