mercoledì 2 novembre 2016

Planimetria GF di Sant'Angelo Lodigiano



Dopo la partenza lanciata appena lasciato l'abitato di Sant'Angelo Lodigiano, uno strappetto nei pressi delle Terme di Miradolo consente al gruppo di allungarsi e attraversare cosi' i primi 35km pianeggianti per arrivare all'Oltrepo'.

Dopo Cardazzo ci si avvicina alla prima ascesa di giornata seguendo le indicazioni per Rovescala ma al bivio della fornace Braccio avviene la divisione tra i percorsi maggiori e il percorso CORTO (Blu) che prende subito la direzione di Montu' Beccaria ove e' posto un ristoro.

I percorsi LUNGO (Rosso) e MEDIO (Giallo) proseguono gradualmente l'ascesa fino a Pizzofreddo dove il MEDIO prosegue a sinistra per Vicobarone nei cui pressi e' posto un altro ristoro.

Il LUNGO, dopo aver guadagnato il crinale che si affaccia sulla Val Tidone scende a Caminata per poi risalire a Pometo lungo i tornanti del "piccolo Stelvio". Si prosegue poi per il Carmine, ove e' posto un ristoro, prima di scendere da Ruino verso la diga del Molato.
Ancora in leggera discesa si giunge a Trevozzo ove si imbocca la salita per Montalbo e quindi ci si ricongiunge con il percorso MEDIO. 

Una bella discesa verso Ziano Piacentino prima di puntare verso Creta passando per Fornello

Un tratto di mangia e bevi (prestare attenzione alla secca curva a sinistra quando ci si innesta sulla strada del Merlino) porta quindi verso Ganaghello e poi, ricollegatisi al percorso CORTO, salendo verso Montu' Beccaria.

Da qui la strada torna in pianura, sfiorando Stradella e passando per San Zenone Po da cui, in 25km, si torna a Sant'Angelo Lodigiano

Nessun commento:

Posta un commento