martedì 13 marzo 2012

COMUNICATO CONSULTA 12 MARZO 2012


La Consulta Nazionale del Ciclismo, fermo restando in via generale quanto
stabilito con il Comunicato n. 4 del 29.02.1012 e con il verbale del 28.02.2012,
visti i tempi stretti per l'applicazione di tali disposizioni, le autorizzazioni
rilasciate dagli organismi tecnici preposti, le avvenute iscrizioni alle gare molto
prossime,le difficoltà di avvertire in tempo utile tutti gli interessati,allo scopo di
tutelare i legittimi interessi e diritti degli organizzatori e di tutti i praticanti
comunica, per senso di responsabilità e di attenzione alle esigenze del movimento
ciclistico amatoriale italiano, che:
-per le competizioni programmate fino al 25 marzo 2012, a seguito di espresso
consenso degli organizzatori, sono ammessi a partecipare alle gare amatoriali in
programma su tutto il territorio nazionale tutti i soggetti regolarmente iscritti
alle suddette gare, quindi anche i tesserati ACSI-UDACE, nel rispetto delle
garanzie assicurative fino ad oggi previste.  
Si dirama tale deliberazione allo scopo di non far gravare, senza il necessario
preavviso e la possibilità di prepararsi ad affrontare la nuova situazione , gli
oneri della posizione dell’ACSI e dell’UDACE (non univoca e non rispondente
alle norme del CONI) sugli appassionati e sugli organizzatori.
Resta evidente che, dal 26 marzo 2012, non intervenendo una chiara ed
inequivocabile messa a norma CONI dei tesserati ora indicati ACSI-UDACE, gli
stessi non potranno più prendere parte alle attività svolte nell’ambito della
Consulta del Ciclismo, né i tesserati degli Enti della Consulta e della FCI
potranno prendere parte alle gare organizzate dall’UDACE.

Fonte:
http://www.consultaciclismo.altervista.org/

Nessun commento:

Posta un commento